Nonnastella.com
Accedi | Registrati
Il progetto Video ricette La community Aggiungi video Il blog  
 
  Home / blog / maggio 2011

La vera Dieta Mediterranea - Dott. Bergamini

31/05/2011

La vera dieta mediterranea - Dott. Bergamini  

La seconda parte dell'intervista al Dott. Bergamini ripercorre la storia della dieta mediterranea. Come è nata, ed anche, come è stata poi ostacolata. Ciò che chiamiamo comunemente "dieta mediterranea", in realtà non è quella che Ancel Keys ha concepito nel primo dopoguerra.

Il governo americano, infatti, notando che la dieta suggerita da Keys portava ad un aumento medio dell'obesità e delle malattie cardiovascolari, da al presidente della scuola di medicina della Nutrizione dell’Università di Harvard, Walter Willett, l'incarico di studiare il problema.

Willett, in base agli studi precedentemente fatti da Keys, nota come i responsabili dell’ingrassamento non sono i grassi, bensì i carboidrati raffinati e gli zuccheri, che per di più creano dipendenza, sotto forma di una fame compulsiva, aggravata dal fatto che non danno la sensazione di sazietà, poiché il nostro organismo non è geneticamente preparato a farne un uso corretto, con un assorbimento lento.

Willet consiglia la necessità di un ritorno ai cereali non raffinati come ai primordi dell’umanità, quando non erano disponibili le attuali macchine molitorie, arrivando ad auspicare la preferenza di preparazioni che prevedono l’uso di chicchi interi e mette alla base della piramide alimentare pane e pasta integrali, ottenuti da farine macinate grossolanamente, mentre pane e pasta bianchi, zuccheri e bevande zuccherate li mette in cima alla piramide, scoraggiandone sostanzialmente l’uso.

In termini di quantità raccomanda una dieta dove il 55% del fabbisogno calorico sia fornito da carboidrati buoni, cioè non raffinati, il 30% delle calorie, sotto forma di olio d’oliva (un bel segnale per la nostra olivicoltura), oltre ad olii di altri semi (ottenuti però esclusivamente con estrazione meccanica a freddo) e solo un 15% di proteine, che preferibilmente possono essere vegetali, ricavate dai legumi.

Queste nuove indicazioni, però, sono ostacolate e boicottate dalle grandi industrie pastarie e dolciarie che contano anche sulla dipendenza dagli zuccheri e dai caroboidrati raffinati per la vendita dei propri prodotti.

Staff NonnaStella | commenta

Segnala ad un amicoInvia   Stampa ricettaStampa    




Nonna Stella su Telenorba 7

31/05/2011

 Nonna Stella su Telenorba7

 Venerdì 27 maggio è andata in onda alle ore 12,00 su Telenorba 7 la trasmissione "Mezzogiorno sul 7". Ospite d'eccezione: Nonna Stella.
La nostra cara nonna tutto sprint, con la sua solita modestia e senza accusare alcun tipo di imbarazzo è rimasta sotto i riflettori e telecamere per raccontare come è nato il suo "successo".
Le prime video ricette su Youtube, i commenti dei suoi fan, gli innumerevoli apprezzamenti ricevuti, la sua encomiabile saggezza.
  Alla domanda: "Cosa hai preparato oggi?" La nonna non si è lasciata sfuggire l'occasione per lanciarsi nella descrizione (e non poteva di certo mancare...) del piatto a base di sugo con i  funghi!
  Contiamo presto di poter pubblicare il video...

Staff Nonnastella | commenta

Segnala ad un amicoInvia   Stampa ricettaStampa    




Intervista al Dott.Bergamini sul pane

17/05/2011

Il pane del Dott.Bergamini  
  Giorgio Bergamini è un ingegnere meccanico che nutre una grande passione per il pane, ed in particolar modo per quello antico
Coltiva e macina personalmente diversi tipi di grano dal quale ottiene una farina integrale utile a fare del pane che conserva tutti i principi nutritivi presenti nel grano ed ha la capacità di durare sino a 20gg (vedi ricetta del pane palestinese).

In questa prima parte dell'intervista il Dott. Bergamini ci illustra le differenze tra le farine che comunemente chiamiamo "bianche" o "raffinate" e le farine integrali.  Il processo di raffinazione infatti, al contrario di quanto fa pensare la parola, elimina dal grano importanti minerali e vitamine che si conservano nella farina integrale

Il Dott. Bergamini però, ci mette anche in guardia da quelle che lui chiama false integrali, ovvero farine bianche a cui è stata aggiunta semplicemente della crusca, senza il germe che invece contiene la preziosa vitamina E.
La vera farina integrale infatti è sempre più rara, e ancora più raro è il pane genuino fatto lievitare in maniera naturale, ovvero con lievitazione acida.

L'incredibile mole di informazioni che ci fornisce sulla panificazione antica e moderna, sulle qualità e caratteristiche nutritive degli ingredienti del pane ci lascia letteralmente a bocca aperta!
Essere coscienti di ciò che mangiamo è il primo passo per orientarci a un consumo più consapevole, più vicino alle nostre tradizioni mediterranee

Questa è la prima parte dell'intervista da noi realizzata.

Staff Nonnastella | commenta

Segnala ad un amicoInvia   Stampa ricettaStampa    




1 2 Avanti »


 
Ultimi articoli

 
Articoli pi visti


 
 

Anno 2015
Anno 2014
Anno 2013
Anno 2012
Anno 2011
Anno 2010
 
Contattaci | Condizioni | Privacy    Copyright © 2012 Nonnastella.com Tipici | Siti amici | Newsletter | Mappa del sito
 
logo ministero della regione puglia      logo dei principi attivi
Vincitore del concorso Principi Attivi - Giovani Idee per una Puglia Migliore


Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.