Nonnastella.com
Accedi | Registrati
Il progetto Video ricette La community Aggiungi video Il blog  
 
  Home / blog / febbraio 2013

Convegno sulla dieta mediterranea: i legumi, dalla terra alla tavola

27/02/2013

Il giorno Sabato 2 marzopresso la sala Convegni IRCSS "Saverio De Bellis"di Castellana Grottesi terrà il convegno sulla dieta mediterranea: i legumi dalla terra alla tavola.
Primo di un serie di convegni che tratteranno in maniera approfondita i prodotti tipici della dieta mediterranea, in questo convegnouna serie di esperti e illustri docentidibatteranno sui tanti e interessanti aspetti scientifici che riguardano i legumipreziosi semi con proprietà nutritive ed organolettiche fondamentali.
In virtù delle loro caratteristiche i legumi sono alimenti ideali non solo per il loro elevato valore nutrizionale ma anche per l'importante proprietà di prevenzione e terapia delle "malattie del benessere". 
 
Il programma del convegno sarà così suddiviso:
 
8,30 Registrazione partecipanti
 
9,00 Saluti delle istituzioni
 
9,40 1a Sessione
Moderatore: Pasquale Montemurro Ordinario di Agronomia
generale e coltivazioni erbacee - Università di Bari
 
9,50 I legumi nella storia e nella letteratura
Vito Fascina Docente Liceo S. Benedetto - Conversano (Ba)
 
10,10 Inquadramento delle leguminose da granella
Vittorio Marzi Presidente Accademia dei Georgofili - sez. Puglia
 
10,30 I legumi nell’agricoltura sostenibile
Mariano Fracchiolla Dott. di ricerca in Agronomia mediterranea - Univ.
di Bari
 
11,00 2a sessione
Moderatore: Margherita Caroli Responsabile Unità Operativa di
Nutrizione ASL Brindisi
 
11,10 Valori nutrizionali e rischi dell’alimentazione con i legumi
Giovanni Misciagna Direttore Laboratorio di Epidemiologia
IRCCS De Bellis di Castellana Grotte (Ba)
 
Laura dell’Erba Specialista in Endocrinologia e Medicina nucleare
 
11,50 I legumi in cucina oggi
Francesca Carrisi Docente Master 1° livello “Educazione Alimentare” -
Univ. Bari
 
12,20 3a Sessione
Moderatore: Vito Savino Direttore Centro Ricerche in Agricoltura
“Basile-Caramia” di Locorotondo (Ba)
 
12,30 La dieta mediterranea: sicurezza alimentare nel
Mediterraneo. Il ruolo dei legumi.
Cosimo Lacirignola Direttore dell’Istituto Agronomico Mediterraneo -
Valenzano (Ba)
 
12,50 Il miglioramento genetico dei legumi e OGM
Antonio Bianco Ordinario di Genetica agraria vegetale - Univ. di Bari
 
13,10 Presentazione del Marchio Comunale di Qualità e
Valorizzazione dei Prodotti Tipici DE. CO.
Sportello Unico Attività Produttive Comune di Castellana Grotte (Ba)
 
13,30 4a Sessione
Preparazione e degustazione pietanze a base di legumi
A cura degli alunni IPSSEO Istituto Alberghiero Castellana Grotte
 
15,30 5a Sessione
Moderatore Roberto De Petro Giornalista
 
15,40 La trasformazione e conservazione dei legumi
Lello Pancrazio Presidente ANICAV - Associzione Nazionale Industriali
Conserve Alimentari e Vegetali
 
16,00 La commercializzazione dei legumi
Luigi Lorusso Azienda Agricola Luigi Lorusso
 
16,20 Cerimonia di chiusura
Sorteggio tra i partecipanti di Legumiere offerte da Maria Dessì - AMC Italia



Enti istituzionali organizzatori:  Comune di Castellana Grotte, IRCSS de Bellis, IPSSEOA

Enti collaboratori: Pro.diet.med, ColdirettiConfagricolutura, Acai, CulturamaPedoagrolabSoc. agr. Apuliense, Oleificio Soc. Viterbo

Col patrocinio diRegione PugliaProvincia di Bari, Gruppo Oncologico Italia Meridionale, Gal dei Trulli e BarsentoCollegio provinciale periti agrariOrdine dei dottori agronomi e forestali della Provincia di Bari.

Staff Nonnastella | commenta

Segnala ad un amicoInvia   Stampa ricettaStampa    




Corso di cucina pugliese di Nonna Stella

17/02/2013

 
corsononnastella


Come ormai è consuetudine , anche quest'anno durante le festività è venuta a trovarci una fan di Nonna Stella, Daniela da Fano, appassionata di cucina pugliese.
Daniela ci aveva richiesto di esaudire un suo piccolo desiderio: imparare la tecnica di cucina della pasta fresca tipica pugliese.
Desiderio che nonna Stella ha voluto esaudire con piacere.

Il corso è iniziato con una breve spiegazione sulla giusta quantità degli ingredienti per creare l'impasto per la pasta fresca. Nonna Stella ha poi  mostrato a Daniela la corretta posizione del dito della mano sulla pasta che, con un leggero sfregamento sul tavoliere, consente la creazione del mitico cavatello

Daniela, evidentemente già esperta di cucina, ha immediatamente imparato il meccanismo e realizzato diversi cavatelli in poco tempo. Ci è voluto invece più tempo per noi nipoti, che incuriositi come bambini, ci siamo voluti cimentare nella difficile impresa.

Tuttavia nell'arco di poco tempo, "la missione è riuscita", pur se lenti, eravamo tutti in grado di realizzare dei buoni cavatelli. Nonna Stella non si è smentita, anche con i corsi di cucina dal vivo ha dimostrato di essere un'ottima e paziente insegnante.

 
tavoliereperpastafresca

Il secondo obiettivo richiestoci da Daniela era invece ben più arduo: imparare a fare le orecchiette. Nonna Stella ci ha mostrato la tecnica tradizionale fatta però con le dita della mano, tecnica tuttavia piuttosto lenta per i tempi di oggi

Ci siamo quindi recati da un'altra famosa signora di Bari vecchia, la signora Maria, che ci ha mostrato la tecnica dell'orecchietta creata con il coltello
Il movimento, guardando la signora, sembra apparantemente semplice, basta infatti strofinare la lama piatta del coltello sulla pasta e creare l'orecchietta con un leggero movimento di pressione. In tal caso, però, parliamo di un metodo tramandato da madre in figlia e di cruciale  importanza per chi, come la signora, ha lavorato per diversi ristoranti del posto, creando in tempi rapidissimi quantità praticamente industriali di orecchiette

Purtroppo, nonostante l'immensa pazienza della signora, nessuno di noi è riuscito a realizzare subito l'orecchietta. La tecnica necessita davvero di molto tempo per essere acquisita in quanto l'orecchietta si sfalda facilemente con la pressione della lama. Mentra noi ci siamo subito rassegnati all'impresa, Daniela tuttavia ha mostrato una voglia tenace di imparare e ha memorizzato bene la tecnica, ma, come spiegato dalla signora Maria, dovrà esercitarsi ancora molto tempo per vedere i primi risultati.

Maria ci ha spiegato che non siamo stati gli unici ad avere difficoltàdifatti persino grandi chef, addirittura provenienti dall'Australia, hanno cercato di apprendere questo metodo ma hanno fallito miseramente, pur esercitandosi giornate intere.
 
 
 
 

Staff Nonnastella | commenta

Segnala ad un amicoInvia   Stampa ricettaStampa    






 
Ultimi articoli

 
Articoli pi visti


 
 

Anno 2015
Anno 2014
Anno 2013
Anno 2012
Anno 2011
Anno 2010
 
Contattaci | Condizioni | Privacy    Copyright © 2012 Nonnastella.com Tipici | Siti amici | Newsletter | Mappa del sito
 
logo ministero della regione puglia      logo dei principi attivi
Vincitore del concorso Principi Attivi - Giovani Idee per una Puglia Migliore


Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.