Nonnastella.com
Accedi | Registrati
Il progetto Video ricette La community Aggiungi video Il blog  
 
  Home / blog / dicembre 2010

Intervista a Nunzia e Maria

28/12/2010

Intervista a Nunzia sulle orecchiette di bari vecchia

I preparativi per Natale fervono e un brusio di voci e suoni indistinti riempiono le strette stradine di Bari vecchia. Nunzia e la mamma Maria vivono nella famosa "strada delle orecchiette" che si imbocca di fronte al Castello Svevo passando sotto "Uarc vasc" (l'Arco basso). Tutto l'anno la strada è piena di signore che dinanzi all'uscio di casa lavorano la massa sino a farne orecchiette, cartellate, cappelli del prete. Maestria antica e nobile da cui è impossibile non rimanerne catturati. Bussiamo timidamente alla porta di Nunzia, che pur non conoscendoci, ci accoglie a braccia aperte, lasciandoci entrare in casa all'invito di "Tras, tras!" (entra, entra!). Spieghiamo le nostre motivazioni e lei è ben felice di raccontarci gli inizi e le aspettative della sua attività, mostrandoci ciò che a Bari chiamiamo "strascinate" (orecchiette) dal movimento di trascinamento della massa sul legno di lavoro. In un innocente slalom tra italiano e dialetto, Nunzia e la mamma Maria ci colpiscono per la loro semplicità, disponibilità e schiettezza. Siamo nella Bari più profonda, la Bari più antica, quella che un tempo era quasi ghettizzata e ora si è trasformata in zona di attrazione turistica e di culto. Bari non deve dimenticarsi le sue origini, le sue radici, il suo linguaggio. Nunzia accoglie e sorride a tutti, e se vi capita di passare di là non mancate di bussare alla sua porta e portarle i nostri saluti!
link alla video-ricetta delle strascinate
« ...Il mondo attorno all'antico San Nicola è un formicaio ebbro di vitalità. Vecchi cortili sono stanze, vecchie cappelle sono magazzini, una scala sfonda un muro, un muro alza la testa oltre il soffitto. Passa con il braccio steso il venditore di pomodori secchi e salati e il suo lamento incomprensibile eccita l'appetito. Allora mille bambini seminudi sporgono il loro pezzo di pane. Mentre la madre pettina la comare, la figlia fa la pasta su una pietra larga, davanti all'uscio di casa. Con un pizzico di pasta mette al mondo altri pupi, ci soffia su: andate a giocare, toglietevi di qui. Così si moltiplica all'infinito la vecchia Bari, grazie a Dio, cresce nuova e non muore mai. » (Italo Calvino, Finibusterre, 1954)
 

Staff Nonnastella | commenta | 1 commenti

Segnala ad un amicoInvia   Stampa ricettaStampa    




Panificio Fiore di Bari

19/12/2010

Panificio Fiore di Bari   panificio fiore Entrando nel panificio Fiore, si ha la netta sensazione di entrare nel tempio della focaccia. Nato 102 anni fa, di proprietà della famiglia Fiore che in passato era arrivata a contare ben 4 panifici in città (due in via Napoli, uno in Via Garruba, e uno a Corso Mazzini). Di questi, oggi, ne è rimasto solo uno in Bari Vecchia, alle porte della Basilica di San Nicola. Un forno che conta 12 metri quadri di superficie rigorosamente scaldato a legna, tiene a precisare Antonio Fiore, ovvero la terza generazione della storica famiglia. Ogni giorno vengono prodotti dai 100 ai 120kg di massa, tra focacce, panini, pane e pizze. Un odore, che assomiglia più a un richiamo per golosi, a cui difficilmente si riesce a resistere camminando per il borgo antico. Da qui sono passati tutti, da ministri a grandi registi, da attori a giocatori, da importanti imprenditori a turisti di ogni parte del mondo, tutti con la stessa richiesta: "Un pezzo di focaccia!". Antonio e il suo aiutante sono gentilissimi, ci spiegano e ci mostrano il procedimento per fare le loro mitiche focacce, a che temperatura occorre portare il forno, come lavorare la massa, che ingredienti utilizzare, tutti rigorosamente genuini. Non serve misurare le quantità, basta l'occhio, tastare con la mano e l'esperienza fa il resto. Le focacce vengono sfornate a ripetizione, l'enorme tavolo antistante il forno si riempie velocemente di teglie multicolore, e anche noi cediamo alla tentazione quando Antonio ci porge un pezzo. Proviamo sia la focaccia bianca sia quella con il pomodoro. "Un viaggio mistico e sensuale" direbbe il cantautore Battiato, che ci riporta ai sapori più intimi e veri della nostra bella città. E'  bello poter raccontare con le parole e con le immagini la ricchezza, l'unicità e la bontà delle nostre tradizioni gastronomiche. I mezzi odierni ce lo consentono, però per il sapore, bhè,...per il sapore dovrete venire qui.


clicca qui per vedere il video del panificio Fiore

Staff Nonnastella | commenta

Segnala ad un amicoInvia   Stampa ricettaStampa    




Il progetto nonna stella al festival dell'innovazione

03/12/2010

Festival dell'innovazione - presentazione del progetto nonna stella festival dell'innovazione

Il progetto Nonna Stella dal 1 al 3 di dicembre ha partecipato al Festival   dell'innovazione di Bari.

“Nuove idee per grandi imprese” è lo slogan di quest'anno, giunto alla sua seconda edizione, una manifestazione multiregionale con lo scopo di creare occasioni di confronto e contatto tra ricerca e impresa, facilitare il dialogo tra scienza e società e creare una vetrina/laboratorio per giovani e studenti tramite esposizioni, mostre, eventi.

Ospitati nello stand dell'Ares pugliese, abbiamo avuto la possibilità di far conoscere ai visitatori le finalità e gli obiettivi che il progetto persegue.

 Tanti ospiti sono stati catturati dalla visione dei video proiettati e tante  parole di ammirazione e stima profuse nei riguardi dell'idea.

Il miglior complimento ricevuto? Il signor Corrado che vedendo la video-ricetta  "orecchiette e cime di rapa" ha esclamato: "Il ritorno al passato è la vera  innovazione!".


staff nonnastella | commenta

Segnala ad un amicoInvia   Stampa ricettaStampa    






 
Ultimi articoli

 
Articoli pi visti


 
 

Anno 2015
Anno 2014
Anno 2013
Anno 2012
Anno 2011
Anno 2010
 
Contattaci | Condizioni | Privacy    Copyright © 2012 Nonnastella.com Tipici | Siti amici | Newsletter | Mappa del sito
 
logo ministero della regione puglia      logo dei principi attivi
Vincitore del concorso Principi Attivi - Giovani Idee per una Puglia Migliore


Licenza Creative Commons
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.